Social-Commerce: le nuove piattaforme e-Commerce pagano il Social Sharing

Posted in Digital, Direct-Marketing, E-Commerce, Social-Mobile-Digital-Eccetera by Tagged curebit, direct-marketing, e-Commerce, Social-Commerce


Tutto nacque al lancio dell’ultimo album di FatBoy-Slim, perchè un innovatore è un innovatore, suppongo, sia quando ha in mano un mixer che quando ha in mano un mouse.

Right about now, the funk soul brother
Check it out now, the funk soul brother

Right about now, the funk soul brother
Check it out now, the funk soul brother

Stiamo parlando del CPE (Cost Per Engagement)che si sta ora evolvendo/che ora stanno iniziando a chiamare Cost Per Friendship (CPF). La possibilità di ricompensare tutti coloro i quali hanno, grazie ai loro “LIKE” ed al loro apprezzamento, indirettamente contribuito alla diffusione del nosttro messaggio ed alla generazione di introiti.

Tracciamo il buzz, paghiamo gli opinion leader. Contenuti e-Commerce esportati sul Social-network.

La dinamica in soldoni consiste in una piattaforma che traccia , un po’ come fanno le varie piattaforme per la condivisione dei contenuti (alla AddThis o ShareThis) che danno la possibilità non solo di capire quante persone A hanno condiviso il link B di un certo sito C, ma anche quante persone D, vedendo il link condiviso B, sino atterrate sul sito C. A questo punto la piattaforma, da content sharing inizia a fare le veci di un programma di affiliazione che opera a CPA o CPL. Riconosce che la persona D ha acquistato sul sito C grazie alla segnalazione di A e quindi riconosce una percentuale od un fee a fronte della transazione.

Il merito dell’invenzione è da attribuirsi a Curebit, l’attuale leader di mercato, che oltre ad aver costruito una baracca che funziona, hanno fatto fare un triplo salto carpiato al concetto di Social-commerce.

Curebit ha già dei plugin che funzionano con le più diffuse piattaforme di e-Commerce open-sourcve in circolazione (a partire dall’ottimo Magneto, proseguendo con Shopify, Ubercart, Zencart, Opencart and osCommerce).

Pagando gli share ed i like creando nuove prospettive per lo sviluppo di strategie commerciali con il Social-Commerce.

Right about now, the funk soul brother
Check it out now, the funk soul brother
Right about now, the funk soul brother
Check it out now, the funk soul brother

Sono quasi tentato di chiamarli e di aprire un bel Curebit IT o EU che ne dite? :)

 

Leggi anche: http://en.wikipedia.org/wiki/Cost_per_engagement

Se sei interessato ad altri post sul Digital Marketing e temi simili segui gli aggiornamenti del blog su FB facendomi un piccolo like :)

About

This author hasn't yet written their biography.
Still we are proud contributed 245 great entries.

2 thoughts on “Social-Commerce: le nuove piattaforme e-Commerce pagano il Social Sharing

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *